Coordinamento Servizi Informatici Bibliotecari di Ateneo
Università degli Studi di Lecce

Logo realizzato da Simona Nuccio-Coordinamento SIBA



L
arge Infrastructure in Mathematics
Enhanced Services

IL PROGETTO LIMES

Descrizione generale

Informazioni generali
Nome del progetto: LIMES Grande infrastruttura per la Matematica - Servizi Avanzati
Status: Il progetto rientra nel 5° Programma Quadro - Programma orizzontale "Miglioramento del potenziale umano di ricerca e della base di conoscenza socio-economica", Accesso alle Infrastrutture per la Ricerca
Durata del progetto: Aprile 2000 - Marzo 2004

Partner :

FIZ Fachinformationszentrum Karlsruhe
Germania
UJF Cellule de Coordination Documentaire Nationale pour les Mathématiques
Francia
Eidetica Eidetica BV
Olanda
SIBA Coordinamento SIBA, Università di Lecce
Italia
DTV Technical Knowledge Centre & Library of Denmark
Danimarca
USDC University of Santiago de Compostela
Spagna
HMS Hellenic Mathematical Society
Grecia
TUB Technical University of Berlin
Germania
EMS European Mathematical Society
Finlandia

  Obiettivi
Scopo di questo progetto è rendere la banca dati Zentralblatt MATH un database di livello mondiale per la matematica e le sue applicazioni, con sede in Europa, attraverso un processo di miglioramento tecnico e una vasta europeizzazione.

Il miglioramento della banca dati esistente e dell'attuale sistema e lo sviluppo di un nuovo sistema distribuito tanto per l'immissione quanto per il recupero dei dati è necessario a consentire a Zentralblatt MATH di usare gli ultimi sviluppi e di anticipare gli sviluppi futuri delle tecnologie elettroniche.

Questo farà di Zentralblatt MATH una banca dati di riferimento mondiale, con una totale copertura di tutta la letteratura matematica del mondo, compresi dati bibliografici, recensioni e/o abstract, indicizzazioni, classificazioni, servizi di ricerca eccellenti e link a offerte di articoli, con una base europea.

I miglioramenti saranno relativi a tre aree:

  • Work Package 1: Miglioramento del contenuto e dei servizi di recupero dati attraverso ulteriori sofisticati sviluppi dell'attuale organizzazione dei dati e dei programmi di recupero.

  • Work Package 2: Accesso facilitato e più ampio alla banca dati attraverso nodi di accesso nazionali e nuovi metodi di distribuzione dei dati. In particolare, il miglioramento dell'accesso per università isolate in aree in difficoltà economiche e nei paesi dell'Europa centrale ed orientale dove una tradizione d'eccellenza in campo matematico è oggi minacciata a livello economico. Incentivazione all'uso per tutti i tipi di ricerca, come nel caso delle organizzazioni finanziatrici prima di prendere decisioni, attraverso il sostegno iniziale di due parti nazionali di controllo.

  • Work Package 3: Miglioramento della copertura e della valutazione della letteratura di ricerca attraverso unità editoriali distribuite a livello nazionale, sviluppo delle tecnologie per la produzione di un efficiente data base (esemplificata da due altri stati membri della comunità Europea).

Lo scopo generale è il miglioramento dei servizi della Banca Dati Europea per la Matematica incentrata su Zentralblatt Math e, pertanto, di trasformare quest'ultima in un'impresa europea distribuita, nonché di migliorare e di estendere ai paesi europei l'accesso a Zentralblatt fornendo strutture per una migliore distribuzione a livello tecnico ed economico.

Il progetto LIMES si prefigge di raggiungere queste mete attraverso lo stimolo all'uso (nodi nazionali di accesso e centri per la diffusione compreso lo sviluppo di adeguati modelli di licenza; link a fornitori di documenti completi); una migliore copertura e una valutazione più precisa della letteratura attraverso procedure avanzate di aggiornamento (per la raccolta dei dati, ma anche per la distribuzione dei dati ai punti d'accesso) attraverso una rete di Unità Editoriali distribuite. L'accesso in rete alle banche dati, oggigiorno, avviene prevalentemente per mezzo di tecnologie WWW in rapida evoluzione che hanno un elevato potenziale di ulteriori sviluppi di metodi innovativi di accesso e di recupero, e di miglioramenti nella qualità dei dati (ad esempio, identificazione dell'autore e della fonte attraverso tecniche di ricerca dati).

Contrariamente al modello centralizzato americano, Zentralblatt MATH sarà estesa fino a divenire un'infrastruttura di ricerca europea con siti distribuiti (Uffici editoriali e Nodi d'Accesso) negli stati membri. L'EMS, che rappresenta la comunità scientifica interessata, ha promosso queste idee fra le società nazionali e i singoli membri.

Gli elementi da fornire alla fine del progetto idonei all'impiego comprendono: ·

  • Nuovi modelli, tecniche e strumenti per dati sostanzialmente avanzati e loro recupero attraverso lo sfruttamento delle emergenti tecniche di data mining, interfacce dell'utente e strumenti di recupero avanzati.

  • Una struttura modello per operare i nodi di accesso nazionali, compresa l'installazione tecnica e nuovi metodi per gli aggiornamenti automatizzati; stimolo e coordinamento dell'utente con altre attività nazionali, applicabili a tutti gli stati europei.

  • Una struttura modello e un prototipo tecnico per unità editoriali decentralizzate e distribuite atte all'ulteriore sfruttamento, tendente a una migliore copertura della letteratura di ricerca europea.

I probabili utenti dei risultati comprendono tutti gli operatori di infrastrutture che partecipano al LIMES, e tutti i partner che creano unità editoriali distribuite e nodi di accesso nazionali. I risultati saranno disponibili in tutti gli altri paesi europei per creare installazioni simili ed anche ad altri fornitori di banche dati. I previsti utenti dell'infrastruttura avanzata comprendono tutti i matematici e i ricercatori operanti in campi relativi alle scienze esatte, come anche ingegneri e altri interessati ai risultati matematici nelle aree industriali e commerciali (ad esempio, matematica delle finanze, sistemi di criptografia a chiave pubblica, simulazione). Un'altra vasta area di applicazione dei risultati sarà rappresentata dalle biblioteche di ricerca, dove i servizi forniti dai bibliotecari saranno sostanzialmente supportati da metodi avanzati di accesso e recupero, insieme con una superiore qualità dei dati. Le banche dati saranno più utili nella valutazione dell'attività di ricerca, al momento di prendere delle decisioni.

Politica di partenariato relativa a licenze, e impegno nell'impiego dei risultati: Poiché l'EMS è membro della commissione editoriale di Zentralblatt MATH, è garantito che i risultati del progetto saranno disponibili per l'utilizzo in altre collaborazioni di infrastrutture per la ricerca. Strumenti e metodi sviluppati nel corso del progetto saranno utilizzabili dai partner del progetto sulla base di una licenza esente da diritti d'autore. Ulteriori risultati, documentazione e informazioni saranno resi pubblicamente disponibili. Sarà preso in considerazione l'impiego a scopi commerciali dei risultati del progetto al di là dei servizi europei di infrastrutture per la ricerca.

Altre misure di impiego e divulgazione: I risultati e l'evoluzione del LIMES saranno presentati in laboratori, conferenze e in articoli su periodici: Un server WWW del progetto pubblico e un indirizzario verranno installati allo scopo di realizzare una più vasta informazione e un'integrazione più attiva della comunità matematica circa i contenuti e gli obiettivi del progetto. Ciò stimolerà inoltre un maggiore feedback da parte della comunità degli utenti, portando, in tal modo, ad una migliore configurazione degli obiettivi generali del progetto.

Valutazione dei rischi che possono ostacolare l'impiego: Una continua evoluzione nella rete e nell'ambiente WWW può condurre a nuove esigenze imprevedibili: Tuttavia, il presente piano di lavoro offre abbastanza flessibilità di accomodamento nei confronti di questi e di altri rischi.

Il ruolo dei partecipanti
FIZ Karlsruhe gestisce la redazione centrale di Zentralblatt MATH (http://www.zblmath.fiz-karlsruhe.de/), che, fondata nel 1931, è oggi il servizio internazionale di più vecchia data per la produzione di abstract e di recensioni nel campo della matematica pura, applicata e industriale. La banca dati Zentralblatt MATH copre l'intero spettro della matematica e della teoria informatica con un'enfasi particolare sulle aree di applicazione e fornisce circa 60.000 recensioni l'anno. FIZ sarà impegnata in tutti i work package del progetto (vedi descrizione più avanti). Nel WP-1 (Qualità dei dati e recupero), FIZ sarà impegnata sulle specificazioni dei sistemi, collaborerà nello sviluppo delle versioni alfa e beta, e nell'integrazione dei risultati in servizi di produzione, mirati aal migliore qualità dei dati e del loro recupero. Nel WP-2 (Nodi d'Accesso Nazionali), FIZ assisterà i nodi d'accesso nazionali a creare e migliorare i servizi tecnici, ad integrare questi ultimi con altre offerte nazionali ed a garantire un vasto accesso ai servizi da parte della comunità degli utenti. Nel WP-3 (Unità Editoriali Distribuite), Fiz fornirà la conoscenza di base per la creazione e la gestione delle unità editoriali, contribuirà con l'installazione e lo sviluppo di servizi tecnici e aggiungerà alla banca dati centrale gli elementi di input provenienti dalle unità editoriali. In tutti i Work Package, FIZ sarà inoltre impeganta nella valutazione e nello sfruttamento ulteriore di risultati, modelli e contratti per un'attività continuativa.

La Cellule di Coordination Documentaire Nationale pour les Mathématiques (MDC), creata nel 1995, è un'infrastruttura mista di portata nazionale (Unité Mixte de Service) fra l'Università Joseph Fourier (UJF), di Grenoble in Francia, e il Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS, Francia). MDC fornisce assistenza tecnica sulla documentazione informatizzata alle biblioteche per la ricerca matematica e ai dipartimenti di matematica. Nel 1999, MDC ha prodotto l' edbm/w3, il primo modulo di Database Manager europeo per software di matematica. Nel WP-1, MDC sarà responsabile dello sviluppo estensivo di tale software come l'integrazione di nuovi strumenti di ricerca, l'identificazione, la visualizzazione e l'aggiornamento, lo sviluppo e l'integrazione di una migliore gestione del controllo degli accessi. Nel WP-2, MDC assisterà i nodi nazionali di accesso con lo sviluppo e l'installazione di migliori procedure d'aggiornamento e, in genere, con l'installazione di sussidi per il software di recupero dati. Nel WP-3, MDC fornirà supporto per una veloce elaborazione degli elementi inseriti come input e l'integrazione nella banca dati.

Eidetica è una delle più recenti società derivate da CWI (centro nazionale di ricerca olandese per la matematica e l'informatica). Fu creata dai ricercatori nel campo dell'Ingegneria Informatica Interattiva, mettendo insieme le competenze nei raggruppamenti linguistici e matematici di reti di dipendenza per i domini testuali. Eidetica prende parte al WP-1 e, oltre alla collaborazione generale in tutte le attività previste dal WP-1, svilupperà prevalentemente nuovi modelli e strumenti per l'identificazione di autori e nomi di periodici (due delle caratteristiche più richieste da parte della comunità degli utenti), basati sulle tecniche di data-mining e altri miglioramenti per il processo di recupero.

Il Coordinamento SIBA, Università di Lecce (SIBA-UNILE) è la struttura dell'Università di Lecce, in Italia, che coordina, gestisce e sviluppa il Sistema Informativo Telematico per la Ricerca. Il SIBA coordina il progetto SINM, mirato allo sviluppo di un Sistema Informativo Nazionale per la Matematica che consentirà alla comunità matematica italiana di avere un facile accesso alle risorse bibliografiche e a testo completo disponibili nelle biblioteche del settore, in rete o su CD-Rom. Nel WP-3, il SIBA creerà un'unità editoriale per Zentralblatt Math in Italia, identificando e ricoprendo le pubblicazioni matematiche della regione, in base a standard di recensione e a politiche editoriali di alto livello. Il SIBA installerà servizi tecnici di base per dare inizio all'immissione di input al più presto possibile e, in seguito, lavorerà sugli strumenti innovativi per automatizzare questi processi (recensione elettronica). Sarà sviluppato un modello di operatività continuativa, comprensivo di valutazione della validità dei costi.

La Technical Knowledge Centre & Library of Denmark (DTV), fu fondata nel 1942 come biblioteca centrale della Technical University in Danimarca (DTU) nonché come biblioteca nazionale danese per l'ingegneria e le scienze applicate. Il ruolo della DTV sarà duplice: 1) Creazione e gestione di un'unità editoriale. L'unità sarà responsabile della copertura di un certo numero di periodici e altre fonti da definire e concordare fra DTU/MATH/DTV e coordinatore. L'unità si impegnerà nella sperimentazione di metodi di recensione elettronici moderni, specialmente alla luce dei risultati raggiunti dallo sviluppo del sistema del SIBA-UNILE in quest'area. 2) Creazione di un sistema relativo ai dati grezzi per le unità editoriali. In base agli accordi con gli editori, questi dati saranno messi a disposizione del LIMES in due modi: a) a scopi di consapevolezza attuale degli utenti finali attraverso uno speciale gateway LIMES aggiunto al Current Awareness System dell'EMS e alla banca dati Zentralblatt MATH, b) per un riutilizzo della catalogazione da parte delle unità editoriali attraverso l'esportazione di dati di catalogazione grezzi nel sistema editoriale Zentralblatt. La selezione degli articoli da esportare sarà basata su di un elenco di periodici fornito dall'unità editoriale centrale di Zentralblatt. L'Università di Santiago de Campostela in Spagna (USDC) (Principale dipartimento che realizzerà il lavoro: Istituto di Matematica: MAT) è una delle più grandi università spagnole. Il ruolo dell'USDC (WP-2) consisterà nel diffondere l'uso della banca dati in Spagna e facilitarne l'accesso, in primo luogo installando un server nazionale e aggiornando con regolarità la banca dati e le nuove versioni del software; in secondo luogo, creando un gruppo di lavoro per incentivare l'uso della banca dati da parte di università, biblioteche e centri di ricerca spagnoli. Sarà sviluppata una struttura di rete per l'informazione matematica, che integrerà la Zentralblatt MATH con offerte nazionali di informazione. Questo compito sarà svolto soprattutto in collaborazione con il CESGA (Centro de Supercomputacion de Galicia) e la RSME (Real Sociedad Matematica Espanola). CESCA è un grande centro con sede a Santiago che fornisce supporto istituzionale alla ricerca: Funzionerà come operatore tecnico per l'installazione di un mirror della banca dati. La RSME è la principale società spagnola di matematici che avrà il compito di avvicinare gli utenti finali e di fornire loro assistenza istituzionale. Obiettivi concreti: Distribuzione di informazione su contenuti, recupero, fornitura di documenti e nuovi sviluppi, come anche un certo numero di riunioni relative alla banca dati per la matematica e al servizio di preprint, le interfacce in lingua nazionale, il collegamento con biblioteche e proposte di finanziamento nazionale e consorzi di accesso.

La Hellenic Mathematical Society, (HMS), fondata nel 1918, ha lo scopo di incoraggiare e contribuire allo studio e alla ricerca nel campo della matematica e delle sue applicazioni, come anche di migliorare l'educazione alla matematica in Grecia. La HMS sarà impegnata nel WP-2 e applicherà una metodologia simile a quella del partner USDC in un ambiente differente. L'Università Tecnica di Berlino (TUB) è una delle più grandi università tedesche ad offrire curricula per l'intera gamma di scienze ingegneristiche. Grazie ai componenti del dipartimento di matematica, ha una tradizionale collaborazione con Zentralblatt MATH fungendo da consulente per l'immissione di dati nella banca. In particolare, l'editore-capo della Zentralblatt MATH è membro di questo dipartimento, e, in tale posizione, può contare su una conoscenza retrospettiva di 25 anni. La TUB collaborerà in tutti i Work Package, fornendo a tutti i partner consulenza continuata e prendendosi cura della valutazione dei risultati. Un compito importante della TUB sarà nel WP-4 (Divulgazione dell'Informazione) e lo sviluppo di strumenti editoriali (WP-3).

L'Università Tecnica di Berlino (TUB) è una delle più grandi università tedesche ad offrire curricula per l'intera gamma di scienze ingegneristiche. Grazie ai componenti del dipartimento di matematica, ha una tradizionale collaborazione con Zentralblatt MATH fungendo da consulente per l'immissione di dati nella banca. In particolare, l'editore-capo della Zentralblatt MATH è membro di questo dipartimento, e, in tale posizione, può contare su una conoscenza retrospettiva di 25 anni. La TUB collaborerà in tutti i Work Package, fornendo a tutti i partner consulenza continuata e prendendosi cura della valutazione dei risultati. Un compito importante della TUB sarà nel WP-4 (Divulgazione dell'Informazione) e lo sviluppo di strumenti editoriali (WP-3).

La Società Matematica Europea (EMS), comprende quasi tutte le società matematiche nazionali d'Europa (Compresa l'Europa centrale e orientale), ricoprendo la matematica pura ed applicata fino alle applicazioni industriali, comprendendone qualcuna. Inoltre, l'EMS ha anche circa 2000 membri individuali: Dalla sua fondazione, la società ha stimolato e guidato l'uso della moderna tecnologia informativa per sostenere i ricercatori nel campo della matematica e in altri campi che usano la matematica, nonché la didattica della matematica. L'EMS asserisce la necessità di avere una solida banca dati europea per la matematica come strumento indispensabile per sostenere il ruolo autonomo dell'Europa e mantenere un livello elevato nella ricerca matematica. L'EMS è già partner del comitato editoriale di Zentralblatt MATH, e, in forza di questo ruolo ha creato un Comitato Innovazioni cui compito principale è la definizione e la messa in atto di caratteristiche e procedure innovative nella Zentralblatt MATH. L'EMS ha due ruoli in questo progetto: essa rappresenta l'utente finale e, al contempo funge da cornice pan-europea al progetto visto nel suo insieme. In entrambi i ruoli, l'EMS farà parte del WP-0 (Gestione del Progetto). Tutti i partner lavoreranno nel WP-4 (Divulgazione dell'Informazione), per garantire una vasta trasparenza degli scopi e i risultati del progetto.

 Programma di lavoro tecnico
L'approccio scelto dal LIMES si basa su installazioni e implementazioni prototipiche: l'infrastruttura esistente sarà estesa a livello europeo attraverso gli sforzi collaborativi dei singoli partner e sarà semplificata in un certo numero di siti nazionali. Il programma di lavoro tecnico è orientato verso le esigenze di operatori e utenti dell'infrastruttura. La suddivisione in Work Package e Compiti è il risultato del logico raggruppamento delle esigenze e il progetto generale mira a quanto detto in precedenza. Una continua evoluzione nella rete e nell'ambiente WWW può condurre a nuove esigenze imprevedibili: Tuttavia, il presente piano di lavoro offre abbastanza flessibilità di accomodamento nei confronti di questi e di altri rischi.

WP-0: Gestione del progetto
Obiettivo Gestione generale del progetto e coordinamento
Descrizione del lavoro Coordinamento delle attività.

Relazione sull'andamento del progetto.

Revisione del piano di lavoro in caso di nuove esigenze o modifiche tecnologiche.

Scambio di conoscenza e competenze fra i membri del consorzio.

Diritti di gestione, licenze e questioni legali.

Misure preparatorie per lo sfruttamento dei risultati RTD.

Relazione alla Commissione.

La struttura di gestione e i compiti sono descritti dettagliatamente al punto 4.5 (Gestione del Progetto)
Partner Tutti, responsabile: FIZ

WP-1: Qualità di dati e recupero
Obiettivo Miglioramento della qualità del contenuto e dei dati di MATH e della funzionalità del recupero
Descrizione del lavoro Identificazione di autori e fonti e normalizzazione basata su tecniche di data-mining che consentano un rapido reperimento di tutta l'informazione raccolta per un autore individuale indipendentemente da translitterazioni o vari modi di scrivere il nome (cognome completo, abbreviazioni del nome, ecc), indipendentemente da particolarità nazionali (modi differenti di elencare i cognomi, nomi composti). Sarà messo a punto un supporto intellettuale ed anche semi-automatico per creare una procedura efficiente allo scopo di soddisfare le esigenze della moderna comunità di utenti. Sarà compilato un elenco autorevole per l'identificazione di nomi in serie (risolve gli attuali problemi di cambiamento dei titoli dei periodici, editori, diversificazioni, ecc.), insieme alle possibilità di consultazione e di ricerca.

Sviluppo di nuove ed avanzate caratteristiche di recupero per il motore della banca dati: integrazione degli strumenti di identificazione; ricerca immediata - miglioramento dell'accesso per non esperti; formattazione dei risultati secondo le esigenze degli utenti (vale a dire PDF, MathML/XML); integrazione di EULER MSC-Navigator.

Sviluppo di strumenti di supporto per server nazionali decentralizzati e nodi di accesso e procedure di aggiornamento: interfacce multilingue; gestione del controllo all'accesso. Un aggiornamento robusto, ad alta frequenza e ad incremento sarà installato nel processo di produzione per consentire ai server distribuiti di mantenersi il più possibile "in sincronia"; installazione di un software di aggiornamento per ogni sito rilevante e miglioramento dei servizi usati a livello di produzione dei dati.

Misure di accesso per particolari clienti: accesso limitato a sottogruppi di dati (vale a dire, didattica della matematica, meccanica, statistica, ecc.)
Partner FIZ, UJF, EIDETICA, TUB; responsabile: FIZ

WP-2: Nodi di accesso nazionali
Obiettivo Fornire agli stati membri un migliore accesso alla banca dati
Descrizione del lavoro Indagine sulla posizione, distribuzione ed esigenze dei potenziali utenti.

Installazione di siti server nazionali per la banca dati Zentralblatt MATH.

Sviluppo di procedure e meccanismi di aggiornamento compresi strumenti automatizzati.

Sviluppo di una struttura in rete per l'informazione matematica.

Link a OPAC bibliotecari, servizi di spedizione documenti, server per preprint, ed altre offerte nazionali di informazione.

Sviluppo di modelli per consorzi di accesso, che garantiscano un'operatività continua e diffusa.
Partner FIZ, UJF, HMS, USDC, TUB; responsabile: FIZ

WP3: Unità editoriali distribuite
Obiettivo Stabilire una rete di unità decentralizzate per una migliore copertura e valutazione della letteratura di ricerca
Descrizione del lavoro Acquisizione della conoscenza di base degli standard e delle attuali politiche di recensione, di procedure tecniche e altre operazioni editoriali.

Sviluppo di strumenti innovativi, che portino a una migliore valutazione della letteratura: migliore copertura, migliore aggiornamento, migliore documentazione.

Installazione tecnica di procedure di raccolta e immissione di dati, controllo dell'acquisizione.

Supporto innovativo attraverso mezzi elettronici per la procedura di valutazione da parte di recensori esterni: recensione elettronica. Selezione di articoli da parte di recensori; assegnamento di articoli a recensori; inoltro elettronico di copie di recensioni; presentazione elettronica di recensioni; controllo elettronico del flusso di lavoro.

Indagine della gamma di risultati matematici nazionali da presentare nella banca dati e procedure decisionali per la selezione delle fonti.

Sviluppo di un modello per l'operatività continua.

Stima dei costi basata sulla consegna continua di elementi da immettere nella banca dati, test e verifica degli strumenti, compresa la validità dei costi.
Partner FIZ, UJF, DTV, SIBA-UNILE, TUB; responsabile: FIZ

WP-4: Divulgazione dell'Informazione e Concertazione
Obiettivo Divulgazione pubblica dei risultati del progetto
Descrizione del lavoro La divulgazione dell'informazione sarà realizzata attraverso articoli su periodici specialistici, presentazioni in conferenze, riunioni per la concertazione organizzate dalla Commissione ed eventi simili.

Le relazioni più importanti relative al progetto saranno rese pubbliche sul World Wide Web.
Partner FIZ, EIDETICA, DTV, SIBA-UNILE, HMS, USDC, TUB; responsabile: TUB

TOP